Apr 242014
 

Salve a tutti,

IGLU, in collaborazione con AsCI e DITEDI, organizza, per la giornata di Lunedì 5 Maggio, una serie di conferenze dal titolo “Lo sviluppo software”, inserite nel progetto “Go on FVG”.

La scaletta per la giornata sarà:

– 9:00-10:00: C++ modern design – Sviluppare software veloce, mantenibile robusto, sicuro e moderno. (Nicola Gigante)

– 10:30-12:30: Sicurezza informatica ed armi digitali: perchè si può mettere in ginocchio un azienda (italiana) a colpi di click. (Andrea Zwirner)

– 14:00-15:00: Git: source control management (Leonardo Taglialegne).

– 15:30-16:30: GNU/Linux Everywhere: un approccio pratico ai dispositivi di nuova generazione (Carmelo San Giovanni).

L’ingresso è gratuito. Siete comunque pregati, per motivi logistici, di iscrivervi al link: http://www.eventbrite.it/e/biglietti-go-on-uniud-sviluppo-software-11413067793

Vi aspettiamo dunque numerosi presso l’Aula Multimediale DIMI del Polo Scientifico Rizzi dell’Università degli Studi di Udine in Via delle Scienze, 206.

Share this:
Share this page via Email Share this page via Stumble Upon Share this page via Digg this Share this page via Facebook Share this page via Twitter

Business On Open: Modelli open source di successo

 Eventi, Open Source  Comments Off on Business On Open: Modelli open source di successo
Oct 192012
 

Siamo lieti di segnalare a tutti gli interessati verso il mondo dell’open source in ambito aziendale un evento da non perdere organizzato dal DITEDI (Distretto delle Tecnologie Digitali) martedì 23 ottobre a Feletto Umberto (UD).

Gli argomenti trattati saranno vari, da quelli più tecnici come Arduino, Funambol e OpenStack, a quelli più generici riguardanti i modelli di business con strumenti open source e le possibilità di mercato, esposti da relatori di rilevanza internazionale.

Ricordiamo inoltre che l’ingresso è libero previa prenotazione.

Per ulteriori dettagli, consigliamo di leggere la locandina in PDF scaricabile: Business On Open

Link:

Sito DITEDI

Pagina dell’evento

Share this:
Share this page via Email Share this page via Stumble Upon Share this page via Digg this Share this page via Facebook Share this page via Twitter

Resoconto riunione IGLU – 4.10.2012

 Eventi, iglu, Open Source, osd  Comments Off on Resoconto riunione IGLU – 4.10.2012
Oct 052012
 

Giovedì 4 ottobre 2012 si è tenuta una riunione IGLU e l’argomento che ha occupato per intero la riunione è stata l’organizzazione dell’OpenSource Day 2012.

La prima parte della serata è stato un ragguaglio sullo stato dell’organizzazione e sulle attività che storicamente vengono preparate per la manifestazione, nonché sulle modalità di svolgimento.

La seconda parte è stata incentrata sia su necessità tecniche dell’organizzazione, sia su un brainstorming sulle modifiche e/o aggiunte per l’OSD di quest’anno, che riporto qua sotto con una piccola spiegazione della proposta:

  • Mixxx: Presentazione attraverso una conferenza di un programma di mixing audio.
  • Conferenza Caine: Verrà il dottor Nanni Bassetti (http://www.nannibassetti.com), maintainer di Caine, specializzato in analisi forense con notevole esperienza sul campo.
  •  Ci saranno i dvd per distribuire il software, forse anche le penne usb.
  • Al game corner serviranno 3/4 persone per la preparazione prima dell’apertura, poi potranno rimanere una o due.
  • Torneo Game Corner: possibile organizzazione di un torneo nel pomeriggio verso la fine della manifestazione, ovvero con orario 15:30-16:30
  • In caso di numerose conferenze avanzate e poche base, si potrà decidere di togliere spazio (partendo dall’ultima fascia) a queste ultime per poter offrire più conferenze avanzate nel pomeriggio.
  • Inserimento a fine manifestazione di 10/15 minuti di chiusura, con saluti e ringraziamenti.
  • OpenBeer: Si avvertono le persone partecipanti all’OSD, attraverso molteplici canali, che la sera dopo cena ci sarà l’incontro con alcuni conferenzieri e i membri dello staff in un noto locale di udine per un bicchiere in compagnia.
  • Tra i banchetti presenti lungo i corridoi, ci sarà anche quello di IGLU, in qualità di co-organizzatore, con una rappresentanza per rispondere a domande e far conoscere l’associazione.
  • Preparazione di un codice QR per il rapido accesso via mobile all’elenco delle conferenze con orario e luogo.
  • Mantenere un numero sufficiente di volantini da distribuire all’entrata della manifestazione.
  • Verranno girati dei videolog con lo staff, dove si parlerà di come procede l’organizzazione dell’OSD, delle novità e delle proposte. Saranno pubblicati sul canale di AsCI su Youtube e condivisi attraverso i siti di AsCI, IGLU e le rispettive pagine sui social network.
  • Sarà aperta la pagina IGLU su Facebook e Google+.
  • Chiederemo l’autorizzazione a chiudere alcune aree dell’università alle 15 di venerdì 23 novembre per poter cominciare a preparare gli spazi per l’evento del giorno dopo.
  • Forse si avrà una conferenza di presentazione su Backtrack e Backbox al percorso base.

Un altro argomento è stata la partecipazione di IGLU a un progetto chiamato Hacker’s Highschool, che ha come scopo la divulgazione informatica, soprattutto per quel che concerne la sicurezza, verso le scuole superiori. Il progetto è stato accolto favorevolmente e si è parlato anche della possibilità di tenere corsi di informatica riguardanti l’open source nelle scuole. Tutto ciò verrà pubblicizzato nello stand di IGLU all’OSD.

Per concludere ripetiamo nuovamente il nostro invito: chi avesse interesse nell’open source, può scriverci nella mailing list o venire alle nostre riunioni segnandosi nel doodle della pagina apposita (Prossima Riunione IGLU).

Share this:
Share this page via Email Share this page via Stumble Upon Share this page via Digg this Share this page via Facebook Share this page via Twitter

Steam (e videogames) su Linux

 Linux, Open Source, SystemV Systems, Videogames  Comments Off on Steam (e videogames) su Linux
Sep 062012
 

Ebbene si, non si tratta della solita bufala o di emulatori, ma della nota piattaforma di distribuzione digitale di videogames sviluppata da Valve (chi ha sviluppato le serie Half Life, Portal, Team Fortress per intenderci) che è in fase di porting sulla distribuzione Ubuntu Linux.

Le notizie ci arrivano direttamente da Valve attraverso il blog apposito aperto dai loro sviluppatori per tenerci informati sui progressi che stanno compiendo. E le novità sembrano incoraggianti.

Si sono dedicati alla conversione di Steam e di un gioco-esempio, Left 4 Dead 2, assicurando che in caso di riuscita del progetto si impegneranno a portare anche tutti gli altri loro giochi. Per prima cosa il porting è cominciato positivamente, ovvero la prima versione aveva delle prestazioni scarse (6 fps, frame per secondo) ma almeno funzionava. Il bello è venuto in seguito: dopo varie ottimizzazioni sia del gioco (da parte di Valve stessa) che dei driver grafici (Amd, Nvidia e Intel, “spinte” dalla Valve), a parità di hardware su Linux si è passati dai 6 fps iniziali a 315 fps, contro i 303,4 fps di Windows.

La scelta di Ubuntu è stata dettata, a loro dire, dalla ricerca di un patner con esperienza nella programmazione linux, una relativa stabilità della distribuzione e un buon bacino di utenza iniziale, quindi non escludendo in futuro un’espansione verso le altre distro. Canonical ovviamente si è detta felice di collaborare con una software house di tale importanza, anche nel tentativo di sdoganare un’altra frontiera di linux sui desktop: il gaming. Questo porterebbe, nella loro visione, ad un notevole allargamento del bacino di utenza potenziale.

In tutto questo una domanda potrebbe sorgere spontanea: Ma come si concilia il potenziale “sbarco” massiccio di applicazioni closed su una distribuzione linux?

Ovviamente una persona prima di tutte ci ha pensato, e mi riferisco a Richard Stallman, il padre della Free Software Foundation, noto “estremista” in certi argomenti. La sua analisi è bivalente: da una parte lo vede come una cosa “non etica”, in quanto è sempre software closed e quindi non è educativo per gli utenti che siano felici con programmi non open; dall’altra parte riconosce la potenzialità divulgatrice dietro a questa scelta, che potrebbe far crescere notevolmente la diffusione di linux. Aggiunge, come pro, che “almeno, se proprio devono usare questi giochi, che lo facciano su una piattaforma Gnu/Linux piuttosto che su Microsoft Windows”.

Sicuramente il software closed farà passi da gigante nel mondo di Linux, basti pensare al notevole miglioramento dei driver grafici sotto la spinta “commerciale” di Valve, che fino ad oggi erano stati trascurati.

E voi, cosa ne pensate?

Fonti:

Il blog di Steam su Linux

Il commento di Stallman

Share this:
Share this page via Email Share this page via Stumble Upon Share this page via Digg this Share this page via Facebook Share this page via Twitter

Informatizzazione di processi aziendali con soluzioni Open Source

 Eventi, Open Source  Comments Off on Informatizzazione di processi aziendali con soluzioni Open Source
Mar 062012
 

L’incontro che si terrà Giovedì 15 Marzo 2012 presso la Sala Foresteria, Confindustria Udine (Largo Carlo Melzi 2 (UD)), organizzato dal DITEDI, vuole approfondire le soluzioni offerte dall’OpenSource per le esigenze aziendali.
Di seguito il comunicato stampa:

Le soluzioni IT basate su software open source hanno raggiunto da tempo elevata maturità e
qualità tecnologica, garantendo spesso costi inferiori e maggiore libertà nella scelta del fornitore.
D’altra parte le PMI italiane sono agli ultimi posti in Europa per tasso di informatizzazione e si
trovano a dover perseguire la massima efficienza riducendo nel contempo le spese.
L’evento – destinato in particolare alle PMI ma aperto a tutti – vuole favorire un punto di incontro fra
queste due realtà, basato sulla proposta di soluzioni software open source acquisibili a basso
costo tramite cui sperimentare la informatizzazione di nuovi processi di interesse aziendale.
Le discussioni avviate durante l’incontro potranno proseguire nell’ambito dello Sportello Open
Source, un luogo di prima assistenza gratuita per le aziende interessate (che invitiamo vivamente
ad usufruire del servizio) aperto tutti i martedì dalle 16.30 alle 18.30 nella sede del Ditedi presso il
Municipio di Feletto Umberto.
All’evento è stato concesso il Patrocinio da parte di Confindustria Udine e del Comune di Udine.
Data la limitata capienza della sala suggeriamo di prenotarsi inviando una mail all’indirizzo
opensource@ditedi.it
Il workshop è il primo di un ciclo di incontri sul software open source che coprirà l’intero anno 2012.

L’organizzazione
Di.Te.Di. Scarl è l’organo di gestione del Distretto delle Tecnologie Digitali, istituito dalla Regione
FVG con l’obiettivo di valorizzare le imprese ICT del territorio e le attività di formazione e ricerca
nel settore.
Il Centro di Competenza è uno dei primi progetti avviati dal Di.te.Di., con l’obiettivo di diffondere e
supportare l’utilizzo del software Open Source fra le aziende del territorio.

Share this:
Share this page via Email Share this page via Stumble Upon Share this page via Digg this Share this page via Facebook Share this page via Twitter