Apr 042009
 

Molti studenti di facoltà scientifiche ed ingegneristiche presto a tardi si troveranno a dover lavorare con MatLab. MatLab per chi non lo sapese è un ambiente per il calcolo numerico e l’analisi stattistica che comprende anche l’omonimo linguaggio di programazzione creato dalla MathWorks. Consente di manipolare matrici, visualizzare funzioni e dati, implementare algoritmi, creare interfacce utente, e interfacciarsi con altri programmi. Nonostante sia specializzato nel calcolo numerico, un toolbox opzionale interfaccia MATLAB con il motore di calcolo simbolico di Maple. E’ usato nell’industria, nelle università ed è multipiattaforma.
Purtroppo tale programma è proprietario e il costo della licenza non è per nulla economico anche se esistono versioni per studenti a costo minore, ma di certo non implementano tutte le funzinalità della versione completa. Quindi lo studente che deve sviluppare il proprio progetto ha quattro alternative:

  1. Utilizzare il programma nei laboratori attrezzati dell’università/scuola (sempre che lo siano)
  2. Comprare una licenza
  3. Piratare il programma
  4. Utilizzare Octave o meglio ancora la sua versione QT

Octave é un potente programma per il calcolo numerico. Il punto forte di questo progetto é la compatibilità con i programmi scritti con Matlab. In ambito ingegneristico Matlab é molto usato e octave si presenta come una valida alternativa open source (e quindi gratuito ndr.). Con la nuova versione di sviluppo, gli sviluppatori cercano di implementare le stesse funzioni con lo stesso nome di Matlab in octave. Ovviamente non implementa tutte le opzioni di MatLab, ma per lavori non complicati e per studio va più che bene.

Siccome Octave è sprovvisto di GUI (interfaccia grafica) e quindi funziona in modalità testuale (insomma, si digita e si guarda l’output direttamente nel terminale), molti utenti che hanno poca dimestichezza col terminale si trovano disorientati.
In soccorso di quest’ultimi è stato sviluppato l’ottimo QtOctave
La versione per windows la si può scaricare a questo link
Come dice il nome, il front-end utilizza le librerie grafiche Qt, quindi OSX o linux che sia, bisogna ricordarsi di installare le qt-lib4.
A questo link si possono scaricare sia i sorgenti, sia alcuni pacchetti binari compilati per alcune distribuzioni, anche se non sempre aggiornatissimi.
Per chi utilizza Ubuntu trova il pacchetto già pronto in Synaptic oppure lo può trovare qui
Per quanto riguarda OSX, a questo indirizzo trovate Qtoctave con Xcode, e la dmg è installabile sia su Tiger che su Leopard (testati entrambi).
Come è scritto nelle istruzioni, anche in questo caso bisogna scaricare le libqt4 per OSX, altrimenti tutto quello che si otterrà, sarà un bell’errore nel terminale, e poi si dovrà dire al front-end dove siano i binari di Octave.
La migliore versione di Octave da scaricare è reperibile su Octave-forge

Ivan Bortolin

Share this:
Share this page via Email Share this page via Stumble Upon Share this page via Digg this Share this page via Facebook Share this page via Twitter

Sorry, the comment form is closed at this time.