Sep 052012
 

JoannaDopo anni di attesa è finalmente disponibile per il download la release 1.0 di Qubes, il sistema operativo “ragionevolmente sicuro” sviluppato dal team di Joanna Rutkowska, la madre del famoso rootkit “Blue pill”.

In una sua intervista aveva affermato di utilizzare sul proprio computer diverse macchine virtuali a seconda delle esigenze di sicurezza dei task che doveva svolgere.
E’ proprio questo il paradigma alla base di Qubes, infatti da una prima prova appare subito evidente la netta separazione tra i vari componenti di sistema che risiedono ognuno su una propria macchina virtuale poggiata su XEN.

Widget

Un pratico widget permette di gestire le varie macchine, rigenerarle o semplicemente tenere sotto controllo l’utilizzo delle risorse assegnate ad ognuna. Consente inoltre di assegnare loro un diverso livello di sicurezza.
Le applicazioni che accedono direttamente ad internet (es. Firefox) risiedono in particolari vm “usa e getta”, ovvero al termine del loro utilizzo l’intera macchina viene distrutta.

Qualcuno in questo momento si starà chiedendo se è necessario un computer di ultima generazione per vedere il sistema girare in modo sufficientemente responsivo. La risposta è: “Assolutamente SI” poiché, sebbene le risorse consumate da ogni singola vm siano molto ridotte, la creazione ed il caricamento “on the fly” di ognuna di queste è un’operazione considerevolmente lenta.

 

Ad ogni modo è evidente che il lavoro svolto dal team “The Invisible Things” è di alta qualità e mi sento di consigliare la prova di questo sistema a chiunque abbia esigenze di sicurezza ben precise.

Maggiori informazioni sono disponibili al link: http://theinvisiblethings.blogspot.de/2012/09/introducing-qubes-10.html

Le istruzioni per il download e l’installazione sono invece reperibili al link:
http://wiki.qubes-os.org/trac/wiki/InstallationGuide

Share this:
Share this page via Email Share this page via Stumble Upon Share this page via Digg this Share this page via Facebook Share this page via Twitter
 Posted by at 20:36

Sorry, the comment form is closed at this time.